Cambio delle finestre in casa, quando si può sfruttare il superbonus al 110%

A proposito del superbonus del 110%, nel decreto Rilancio (Dl 34/2020), all’articolo 128, comma 10, si fa riferimento a interventi sulle singole unità abitative. Si può dedurre che, per esempio, la sostituzione di finestre, fatta contestualmente a interventi condominiali di efficientamento energetico e conformi al primo comma dello stesso articolo (cioè quelli che beneficiano della detrazione del 110%), possa dare diritto allo stesso beneficio se realizzata dal singolo condomino sulla singola unità (in concomitanza, appunto, con l’intervento maggiore)? 

A.V. - Milano

La risposta. La risposta è affermativa. Per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, la detrazione potenziata al 110% spetta per i seguenti interventi:

– isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con una incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo (in questo caso, la detrazione è calcolata su un tetto massimo di spesa non superiore a 60mila euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio);

– interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento a condensazione o a pompa di calore (in queso caso, la detrazione è calcolata su un tetto massimo di spesa fino a 30mila euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio);

– sugli edifici unifamiliari, solo se destinati ad “abitazione principale”, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore (la detrazione è calcolata su un tetto massimo di spesa fino a 30mila euro).

In presenza di uno di questi tre interventi, che sono appunto definiti “trainanti”, la detrazione del 110% o lo sconto in fattura, oppure – ancora – la cessione del credito d’imposta in sostituzione della detrazione, si applicano anche per gli ulteriori interventi di risparmio energetico: per esempio, l’acquisto e la posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari (ex articoli 119 e 121 del Dl 34/2020).

 

fonte: il sole 24 ore

Il mercato dell’edilizia sta andando molto bene, dice il Cresme
22Lug2021

Il mercato dell’edilizia sta andando molto bene, dice il Cresme

La restituzione del quadro economico delle costruzioni è positiva e rassicurante sia per gli stakeholder, sia per le imprese afferenti al comparto: Cresme segnala la ripresa degli investimenti, pur suggerendo valutazione e cautela per la variabilità degli elementi di contorno.

Ristrutturazione, sostituzione delle vetrate
21Giu2021

Ristrutturazione, sostituzione delle vetrate

Lo sappiamo, il tipo di vetro installato nelle finestre aiuta a rendere gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico.
Ma sapevate che oltre il 25% del calore dell’edificio fuoriesce attraverso le finestre?
Reintegrare il calore perso attraverso le finestre può essere costoso. Installando vetri ad alta efficienza energetica della gamma Pilkington nel vetrocamera può contribuire a ridurre le bollette di riscaldamento fino al 20% ogni anno. 

SecuForte® di Hoppe
08Giu2021

SecuForte® di Hoppe

Con la tecnica SecuForte® HOPPE introduce uno standard completamente nuovo nella protezione antieffrazione.

Saint-Gobain Glass lancia una nuova App che aiuta i consumatori nella scelta del vetro giusto per le
24Mag2021

Saint-Gobain Glass lancia una nuova App che aiuta i consumatori nella scelta del vetro giusto per le

Non c’è casa, ufficio, negozio o edificio che non ne abbia. Spesso anche in abbondanza, assecondando i canoni più moderni di estetica, eleganza ed efficienza costruttiva.

Eppure il vetro per la maggior parte degli italiani rimane per lo più uno sconosciuto. Lo si apprezza, lo si cerca e desidera per le sue doti di luminosità e trasparenza, ma non lo si considera come merita per le sue caratteristiche più innovative, nella maggior parte dei casi capaci di fare la vera differenza in un progetto edilizio, anche nel residenziale, per garantire i risultati migliori in termini di risparmio energetico e di comfort abitativo.

Bonus Ristrutturazioni, quando si può cedere il credito ad un familiare
11Mag2021

Bonus Ristrutturazioni, quando si può cedere il credito ad un familiare

L’Agenzia delle Entrate dà risposta affermativa, ma solo per le spese sostenute nel 2020 e 2021

Il credito di imposta corrispondente al bonus ristrutturazioni può essere ceduto ad un familiare? L’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito posto su Fisco Oggi, ha affermato che è possibile, ma a determinate condizioni.

Realizzato da w-easy